text.skipToContent text.skipToNavigation
Nessun risultato trovato
Cerca suggerimenti

Il vostro laboratorio del futuro

»Rendere prodotti e componenti polimerici più sostenibili in modo sostanziale e misurabile in base al concetto »riduci, riutilizza, ricicla« senza compromettere la qualità e le prestazioni dei prodotti«

Da quando le provette in plastica a base di olio hanno sostituito le provette in vetro, sono diventate insostituibili nei laboratori di tutto il mondo poiché offrono gli elevati standard qualitativi richiesti da attività di ricerca sempre più complesse. Questa è la crescente sfida della sostenibilità. Ecco perché Eppendorf non si concentra solo sullo sviluppo di nuovi prodotti, ma anche su nuovi materiali di produzione più ecocompatibili. Per la prima volta, siamo in grado di offrire una generazione di Eppendorf Tubes® con tappi a vite nei volumi da 5.0 mL, 15 mL, 25 mL e 50 mL, realizzate in un polipropilene certificato basato su materie prime riutilizzate rinnovabili.

Caratteristiche di prodotto speciali

  • L'Eppendorf Production Center di Oldenburg (Germania) soddisfa i requisiti del sistema di certificazione ISCC PLUS (International Sustainability & Carbon Certification)
  • Dotate dell'etichetta ACT (Accountability, Consistency, Transparency), certificazione del fattore d'impatto ambientale introdotta da My Green Lab®
  • Le provette* sono costituite per il 90 % da materie prime da fonti rinnovabili (riciclate ad es. da scarti e residui di olio alimentare) e per il 10 % da materie prime di origine fossile (secondo l'approccio del bilancio di massa ISCC)
  • Certificati di qualità generali / conformità con standard disponibili separatamente per Eppendorf Tubes® BioBased
  • Certificati di purezza specifici per prodotto e lotto, così come una dichiarazione di sostenibilità ISCC per Eppendorf Tubes® BioBased

* I tappi a vite sono attualmente in materiale di origine fossile. Il passaggio al materiale BioBased avverrà nel 2023.

Sui polimeri bio-based utilizzati per Eppendorf Tubes® BioBased


Per incrementare le proprietà sostenibili della plastica utilizzata per la produzione di consumabili da laboratorio, dobbiamo produrre e utilizzare plastiche in modo più sostenibile utilizzando materie prime riciclate e rinnovabili.

  • Questa produzione specifica di polimeri a base biologica consente di risparmiare materie prime fossili sostituendole con materie prime sostenibili prodotte da scarti e residui di origine biologica (materie prime rinnovabili di 2ª generazione).
  • I materiali greggi utilizzati per produrre la materia prima rinnovabile possono essere tracciati e ricondotti ai primi punti di raccolta e l'origine delle materie prime rinnovabili è garantita da fornitori accuratamente selezionati che si impegnano a favore della sostenibilità.
  • I polimeri finali possiedono la certificazione di sostenibilità »ISCC PLUS«, l'affidabile schema di certificazione internazionalmente riconosciuto per produttori di polimeri bio-based che si occupano anche dei successivi processi di lavorazione.

L’approccio del bilancio di massa – Certificazione di catene di produzione complesse nell’economia circolare


»Come si misura il numero di frazioni rinnovabili in un prodotto finale, quando il polipropilene o altre plastiche composte da materie prime di origine fossile hanno le stesse proprietà dei polimeri derivati dal petrolio greggio?«

Le materie prime rinnovabili sostituiscono una quantità equivalente di materia prima vergine derivante dal petrolio greggio all’inizio della catena del valore. In un primo passaggio occorre determinare la quantità esatta di materia prima fossile necessaria per produrre un determinato prodotto. In un secondo passaggio si deve determinare la quantità di materia prima a base di combustibili fossili che può essere sostituita con materie prime rinnovabili. La quantità di materia prima sostituita viene quindi attribuita al prodotto, in modo tale che la quantità in entrata corrisponda a quella in uscita in tonnellate.

White Paper: „I consumabili in bioplastica fanno il loro ingresso in laboratorio“"


Siamo in grado di risolvere il problema della plastica? La plastica fa parte della nostra vita quotidiana, ma per quanto versatile e necessaria sia, ha anche un enorme impatto ecologico essendo prodotta da combustibili fossili. Le bioplastiche prodotte da piante come la canna da zucchero sembrano essere un’alternativa, ma anche questo approccio ha i suoi svantaggi. Nel tentativo di creare un’economia circolare, i flussi di rifiuti sono sempre più al centro dell’attenzione come fonte per la produzione di plastica.


ISCC Plus è un logo di ISCC System GmbH, Germania.

  • Gli scarti e i residui di olio alimentare utilizzati per produrre polipropilene a base di materie prime rinnovabili sono tracciabili fino ai primi punti di raccolta.

  • Il polipropilene a base di materie prime rinnovabili e tutte le fasi di produzione sono certificate per la sostenibilità con ISCC PLUS, un sistema di certificazione affidabile e leader a livello mondiale. Il contenuto di materie prime rinnovabili è determinato mediante l'approccio del bilancio di massa di ISCC.
  • I materiali risultanti per le poliolefine utilizzate soddisfano le stesse rigorose specifiche, in termini di purezza e qualità, indipendentemente dal fatto che si tratti di materie prime di origine fossile o riciclate.